Condividi su:
Tempo di Lettura: 7 min

Vi siete mai chiesti se esistono laghi pericolosi al mondo e cos’è che li rende tali? La risposta è decisamente si. Partiamo dal lago Karachay, quello che era il più pericoloso tra tutti.

1. Lago Karachay: l’ex lago più pericoloso al mondo

Situato a sud degli Urali, a 150 Km da Ekaterinburg, il lago ha dovuto convivere con l’impianto nucleare Mayak, taciuto fino al 1990 in quanto obiettivo militare sensibile dai tempi della Guerra Fredda. La sua esistenza non fu più omessa quando evidenti aumenti di casi di cancro della popolazione locale cominciarono a manifestarsi – nel 1957 l’impianto fu protagonista di un importante incidente che causò la contaminazione dell’intera area, lago Karachay incluso.

Purtroppo, in seguito a questi tristi e taciuti episodi, le sue dolci acque sono state invase da radiazioni, tali da uccidere qualunque essere umano che avesse messo piede nell’acqua anche solo per un’ora, senza contare il fatto delle conseguenze sulla popolazione locale che, per lungo tempo, ha continuato ad attingere acqua dal lago per soddisfare il proprio fabbisogno, anche in campo agricolo.

Oggi il lago Karachay è stato totalmente prosciugato, lasciando in eredità il triste primato di luogo più inquinato della Terra!

Credits: Infinito

2. Lago Hillier: il lago dai batteri rosa

Avreste mai pensato che un lago dal colore rosa potesse essere uno dei più pericolosi al mondo? Ebbene si, in Australia, e più precisamente nella Middle Island, c’è il lago Hillier che ha questa particolare caratteristica e che, per tale peculiarità, è molto visitato. Non ci si spiega ancora perché il lago abbia questo colore insolito ma l’ipotesi più accreditata, secondo gli scienziati, è che provenga da un pigmento generato da batteri presenti nello stato di sale che si forma sulla sua superficie.

Credits: Earth Titan

3. Boiling Lake: il lago rovente

Nei Caraibi esattamente sull’isola di Dominica, esiste un lago bollente… raggiunge i 90° e va da sé che non è consigliabile gettarsi nelle sue roventi acque che lo annoverano tra i laghi più pericolosi al mondo. Anche se inizialmente non si vedono le bolle, sintomo che l’acqua sta per surriscaldarsi, all’improvviso queste ultime potrebbero comparire e in pochi istanti diventare bollenti.

Credits: svmowzer & friends

4. Lago Taal: il lago nel vulcano

Nelle Filippine, sull’isola di Luzon, c’è il lago Taal che sorge all’interno dell’omonima caldera vulcanica, dove si accumula acqua piovana che dà vita al lago. Una volta ve ne erano tre di colori diversi: rosso, giallo e verde. Ma, oggi, l’unico rimasto è quello verde a causa di un’eruzione vulcanica avvenuta nel 1911. La sua pericolosità quindi è dovuta proprio alla sua collocazione all’interno di un vulcano attivo.

Credits: Geopop

5. Lago Michigan: il lago pericoloso denso di mistero

Il Michigan, famoso per essere il più grande lago degli Stati Uniti d’America con i suoi 58.030 chilometri quadrati, è stato teatro di molti eventi misteriosi, tanto da essere annoverato tra i più pericolosi laghi del pianeta. La sua pericolosità è dovuta da improvvise correnti d’aria e d’acqua che hanno causato nel tempo molte sparizioni di persone e addirittura di aerei e imbarcazioni.

Credits: NBC 26

6. Crater Lake: il lago più profondo degli Stati Uniti d’America

Restando negli USA, più precisamente in Oregon, incontriamo il Crater Lake. Già dal nome capiamo che si tratta di un lago che sorge all’interno di una caldera vulcanica ed è composto esclusivamente da acqua piovana. Le sue acque sono cristalline al tal punto da poter vedere cosa accade sul fondale ma tanta bellezza ha come contrappeso la sua profondità, ben 592 metri!

Credits: Super Freaky Science!

7. Lago Kawah Ijen: il più grande lago acido del mondo

Spostandoci in Indonesia, più precisamente sull’Isola di Giava, incontriamo lago dal color turchese di Kawah Ijen, incastonato all’interno di una caldera di vulcano. Il caratteristico colore è dovuto proprio alla sua acidità. Altra sua particolarità è la presenza di una solfatara al suo fianco e la presenza di gas e vapori tossici. Il sito è visitabile per pochi minuti ma, tutte queste caratteristiche che lo rendono altamente pericoloso, offrono allo stesso tempo degli spettacoli naturali unici, come il formarsi di fiamme alte fino a 4 metri!

Credits: Geopop

8. Lago Ongeim’l Tketau: il lago delle meduse

Situato nella Repubblica di Palau, stato peninsulare nell’Oceano Pacifico, troviamo il lago Ongeim’l Tketau, abitato da ben 12.000 anni da una specie animale tipica dei mari, le meduse. Non è un caso che il lago ospiti questa particolare specie dato il collegamento del bacino con l’oceano. Come noto però le meduse non rappresentano un vero e proprio pericolo per l’uomo, ma data la loro vasta presenza diventa rischioso immergersi nelle sue acque.

Credits: Traffic Captain

9. Lago Natron: il bacino rosso dalle alte temperature

Caratterizzato dalla presenza di sale rossastro che lo rendono estremamente salato e alcalino e dalla temperatura di 50°, il lago Natron della Tanzania, è uno dei laghi più pericolosi del mondo ed inaccessibile alla vita, eccezion fatta per varie specie di alghe e pesci estremofili.

Insieme a questi hanno trovato il proprio habitat sulle sue sponde, i fenicotteri. Non a caso è stato scelto come set naturale per il documentario Disney ” Il mistero dei fenicotteri rosa”.


Credits: Cosa succederebbe se – What If Italiano

10. Lago Kivu: il lago esplosivo

Al confine tra il Ruanda e la Repubblica Democratica del Congo, troviamo il lago Kivu, uno dei grandi laghi d’Africa. La caratteristica che lo rende uno dei laghi più pericolosi del mondo è l’alta presenza di gas metano imprigionato nel suo fondale che, in caso di un’eruzione, potrebbe liberarsi nell’atmosfera e, a contatto con una fonte di energia, deflagrare.

https://www.youtube.com/watch?v=stHkcHrOOoU
Credits: NDNews Weather

Laghi pericolosi in Italia

L’Italia, nonostante sia ricca di laghi, non ne annovera di altamente pericolosi. Nel 2019 gli unici ad avere avuto il solo divieto di balneazione sono stati i lidi Sabbie d’oro e Germignaga sul lago Maggiore e, a Lezzeno la Punta e Olcio sul lago di Como (fonte Agi.it).

Potrebbe interessarti:

Laghi balneabili nel Lazio: i top 4!

Vacanze al lago: i 6 laghi da non perdere

Maggiori fattori di pericolo dei laghi

Come abbiamo potuto vedere in questo articolo dedicato ai 10 laghi più pericolosi del mondo, sono diversi i fattori che rendono il lago un luogo rischioso: dalla presenza di elementi tossici, immessi dall’uomo, come accaduto al Lago Karachay, fino ad elementi naturali come ad esempio il lago Kawah Ijen, fino ad arrivare alle particolari condizioni geologiche come quelle che caratterizzano il lago Kivu.

Anche in assenza di queste particolari circostanze naturali e non, il lago può diventare rischioso soprattutto per la balneazione, dove uno, se non il principale pericolo. è costituito dalla formazione di mulinelli d’acqua, che si formano a causa delle correnti marine o aeree, per questo è sempre consigliato prendere le giuste informazioni e precauzioni, come quelle indicate in questo nostro articolo dedicato: Le regole del bagno al lago.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.