Condividi su:
Tempo di Lettura: 5 min

Vi piacerebbe fare un giretto tra il Montenegro e l’Albania e più nello specifico andare su e giù per un bel lago? Allora salite a bordo che inizia il tour!

In quest’articolo vi descrivo la mia fantastica avventura nell’entroterra ai confini tra il Montenegro e l’Albania sulle acque del Lake Skadar o lago di Scutari, il più esteso lago dei Balcani con i suoi 14 Km di larghezza, 48 di lunghezza e 14m di profondità-talvolta anche 60! Così chiamato perché disteso ai piedi dell’omonima cittadina albanese.

lago di Scutari tra Montenegro e Albania
Lago di Scutari al tramonto – Foto: A. Borriello

Le origini del Lago di Scutari

Prima di entrare nel vivo della mia avventura, farei un piccolo cenno alle sue origini che risalgono a migliaia di anni fa quando l’ex campo grande del lago subì degli sprofondamenti, ragion per cui la superficie fu completamente ricoperta dal mare che la trasformò in un grande golfo. Successivamente con l’entrata del fiume Buna ci fu l’innalzamento con il conseguente rimpicciolimento della superficie dell’acqua fino a diventare una palude. Questo è stato l’ultimo avvenimento geologico prima dell’apparizione del lago, anche se riguardo la sua origine ci sono diverse leggende.

Un lago pieno di vita

Per chi ama la natura, il lago di Scutari è assolutamente da vedere in quanto ricco di flora e fauna ed è consigliato soprattutto agli osservatori di uccelli: è possibile, infatti, incontrare 270 specie tra cui pellicani, cormorani pigmei, cicogne e aironi. C’é anche un museo ad essi dedicato proprio vicino al lago. Ma Lake Skadar è anche ricco di pesci e vanta 48 specie che vivono al suo interno.

Non mancano i momenti per il relax o l’avventura sulle sue sponde, dove si possono fare escursioni, passeggiate in bicicletta, kayak o giri in barca, proprio come abbiamo fatto io e il mio compagno partendo da Budva (Montenegro).

Flora del lago di Scutari
Ninfee sul Lago di Scutari – Foto: A. Borriello

Alla scoperta del Lago di Skadar

Sul lungomare di Budva ci sono dei chioschi dove poter acquistare i biglietti per il giro in barca sul lago a prezzi piuttosto economici, se non ricordo male intorno alle 15/20€ a persona. Siamo partiti con un bus e nel pacchetto era inclusa una visita al museo ornitologico, il tour in barca e un aperitivo a base di pesce e vino bianco… e farlo sulla barca è veramente fantastico!

Piccolo particolare divertente: il bus che da Budva ci ha portati al lago, era composto interamente da russi (che ci era stato detto all’acquisto dei biglietti ma per noi non costituiva affatto un problema). Gli unici italiani eravamo io e il mio compagno che non “spicchiamo” una parola di russo, ma ci siamo divertiti da matti a sentirli parlare e a tradurre in simultanea a modo nostro.

Però, quando siamo saliti a bordo per il tour, mentre osservavamo la miriade di ninfee sparse sulle acque, abbiamo cominciato a fare amicizia e col vino si sono sciolte le lingue. Ma, è stato ancora più bello, quando hanno tirato fuori l’immancabile bottiglia di Vodka, nonostante i 30° all’ombra…e via di cicchetti e risate in un inglese tutto nostro!

Escursione in barca su Lake Skadar
Foto del lago di Scutari dalla barca – Foto: A. Borriello

Durante il tour sul lago il tempo scorreva lento e tutto ad un tratto il sole comincia a tramontare, facendoci scoprire un paesaggio unico, dove il tappeto di ninfee posate sull’acqua docile del lago sembrava guidarci verso sfumature fiabesche.

Prima di salire a bordo del bus che ci avrebbe riportato in città, l’ultima chicca! Il tour nell’enoteca posta proprio sulle rive del lago a ridosso del molo, una fantastica cantina ricavata nella roccia, ricca di varietà di vini e distillati… impossibile uscirne senza fare acquisti! Noi abbiamo optato per il Vrnac, un vino che definire robusto è un eufemismo!

L’esperienza vissuta sulle quieti acque del lago Skadar è di certo una esperienza da fare quando ci si trova in questa parte dei Balcani, le sue acque sono morbide ed i paesaggi variegati, soprattutto al tramonto, che ti accompagnano verso uno stato ricco di pace e bellezza.

Curiosità del Lake Skadar

Questo meraviglioso viaggio lungo le rive del Lago Skadar risale a qualche anno fa (2018), ed è con molto dispiacere che devo ammettere di non aver visitato alcuni luoghi che meritavano un’occhiata! Vabbè ma c’è il favoloso mondo del WEB che mi può aiutare in questi casi, in attesa di riprogrammarne un altro che mi porti lì a vedere con i miei occhi da buona Travel Blogger 😜

Andiamo a scoprire di cosa si tratta e… magari c’è qualcuno di voi che, invece, lo ha visto dal vivo e ha tanta voglia di raccontarcelo. Intanto provo a farlo io con l’aiutino 🤭.

Si tratta di una fortificazione abbandonata, meglio nota come l’ Alcatraz montenegrina, in quanto una volta era un carcere, che la gente chiamava “Isola dei serpenti”. Ma l’isola di Grmozur ha un nome decisamente più bello, ovvero “Isola degli uccelli” in quanto rappresenta un vero e proprio habitat per alcune specie di volatili, mentre per altre è una sorta di stazione temporanea durante la migrazione dall’Europa settentrionale e centrale verso l’Africa.

Perché fu chiamata l’Alcatraz del Montenegro? Beh perché la fuga da questo carcere era impossibile, infatti i detenuti che si trovavano lì avevano commesso reati piuttosto gravi. Ma, se qualcuno riusciva a fuggire, la responsabilità ricadeva sulla guardia che doveva prendere il suo posto e scontarne la pena.

Bene io ci ho provato… ma aspetto con gioia qualcuno di voi che me lo racconti live!

Come arrivare al lago di Scutari?

Da Budva al Lago di Scutari

Il lago di Scutari si trova al confine tra il Montenegro e l’Albania. Per arrivare da Budva (Montenegro) al lago di Scutari – più precisamene Skadarsko Jezero – con bus turistici prenotabili sul lungo mare di Budva, ci vogliono all’incirca 1h30m.

Da Podgorica al Lago di Scutari

Dalla capitale montenegrina Podgorica il Lake Skatar è poco distante, 23 km ca., tanto che le proprie rive toccano i confini della città.

Da Bar e dall’Italia al Lago di Scutari

Mentre da Bar (Montenegro), porto collegato all’Italia con la città di Bari, la distanza è di circa 25 Km.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.